Attualità
Typography

analisi ricercaPer la Mmn esiste una teraapia, ma spesso la diagnosi corretta giunge tardi Perdita di forza alle mani, fascicolazioni, una difficoltà a maneggiare gli oggetti che può progredire fino a rendere impossibili azioni quotidiane. Talvolta questi problemi possono riguardare anche gli arti inferiori, con una difficoltà a camminare che può condurre anche alla sedia a rotelle.

 

E’ così che si manifesta la  Neuropatia Motoria Multifocale (Mmn), una rara malattia neuromuscolare: i suoi sintomi poco specifici però possono trarre in inganno e indirizzare verso una diagnosi errata, quella di Sclerosi Laterale Amiotrofica (Sla), una malattie neuromuscolare progressiva con esito fatale, per la quale ancora oggi non esiste una cura. Si tratta di un sospetto diagnostico durissimo da accettare e con il quale questi pazienti si possono trovare a convivere anche per un paio d’anni, fin quando non si giunge alla diagnosi corretta di Mmn. Per questo patologia, al contrario che per la Sla, una terapia efficace c’è: permette di tenere sotto controllo i sintomi e migliorare la qualità della vita.

 

Questo farmaco, a somministrazione endovenosa, l’unico approvato in tutta Europa con indicazione specifica per la Mmn, è disponibile in Italia da oltre un anno, ma spesso ai pazienti non viene dato.

 

Di questi argomento si parlerà venerdì prossimo, 29 novembre, a Roma (hotel Sheraton di viale del Pattinaggio, 100 – inizio lavori ore 9 - ) al convegno “Le malattie disimmuni del sistema nervoso”. L’incontro sarà infatti l’occasione per far il punto sulla diagnosi, la migliore terapia, e per avviare la creazione di un registro italiano dei pazienti.
c. c.

Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x