Attualità
Typography

venezia2di Marco Almagisti e Alberto Stefanelli*

Nella prossima primavera si svolgeranno le elezioni regionali ed anche la nostra Regione sarà chiamata a rinnovare i propri organismi. In queste settimane si stanno delineando le principali candidature: la Lega riproporrà il Presidente uscente della Regione, Luca Zaia, a cui si contrapporranno Alessandra Moretti, vincitrice delle primarie del centrosinistra, cui hanno partecipato 39.619 cittadini, e Jacopo Berti, che è stato scelto dal Movimento Cinque Stelle tramite una consultazione online che ha visto coinvolti 2.398 votanti.

C'è da augurarsi che i candidati vogliano dare vita ad una campagna elettorale incentrata su confronti aperti e sui contenuti. Infatti, in una fase politica come quella attuale, dominata da una crisi della rappresentanza e da una crescente sfiducia nelle istituzioni, il confronto fra i candidati può essere una buona occasione per provare a ricostruire delle connessioni fra rappresentanti e cittadini, ossia fra politica e vita quotidiana delle persone.

In tutto questo, l'informazione svolge un ruolo essenziale. Per garantire una maggior diffusione delle conoscenze relative alla competizione politica il Corriere del Veneto e il Centro interdipartimentale "Giorgio Lago" dell'Università di Padova danno vita al progetto "Il voto sotto esame", orientato a seguire tutte le fasi della campagna elettorale per le regionali del Veneto. Grazie alla supervisione di Giovanni Viafora, caporedattore del Corriere del Veneto, per la parte giornalistica, e di Marco Almagisti, per la parte accademica, e al lavoro di dodici studenti dell'Ateneo padovano, una prima versione di questo progetto è stata realizzata la scorsa primavera in occasione delle elezioni amministrative per il Comune di Padova. In quel caso, il Corriere del Veneto, promotore dell'iniziativa, ha dedicato alla stessa una propria pagina web, titolata "Lavagna elettorale" e un'apposita pagina Facebook denominata "Il voto sotto esame". Tale pagina ha raccolto più di trentamila contatti unici, dato che è risultato in continua crescita anche dopo la conclusione della campagna elettorale, evidenziando l'interesse della cittadinanza nei confronti di un progetto innovativo applicato al confronto politico.

Il progetto si è posto quale obiettivo quello di offrire un'analisi esaustiva dei diversi aspetti della campagna elettorale padovana avvalendosi di criteri e strumenti di matrice comunicativo-linguistica, economica e politologica. Questa partnership Centro "Giorgio Lago" – Corriere del Veneto si è articolata attraverso una serie di approfondimenti che si sono estesi per l'intero arco della campagna elettorale riguardando gli ambiti: del fact checking e verifica delle informazioni, della linguistica e della comunicazione, dell'analisi patrimoniale di spesa e di sostenibilità dei progetti e di uso del web e dei social e new media da parte dei candidati.

L'obiettivo è stato quello di garantire al cittadino/elettore un quadro generale circa l'intero spettro delle candidature, analizzando sistematicamente le informazioni contenute all'interno dei programmi e delle singole dichiarazioni dei candidati. È il caso di ricordare che l'analisi e la verifica delle informazioni sta acquisendo una crescente rilevanza nell'ambito dell' open source journalism migliorando la qualità dell'informazione per mezzo di un'integrazione orizzontale tra giornali e società. Anche la verifica delle spese e della sostenibilità dei progetti sono elementi la cui salienza aumenta, all'interno del dibattito pubblico, in quanto consentono una valutazione puntuale in merito alle proposte avanzate dai candidati. Infine, l'analisi di temi, comunicati, slogan e immagini diventa sempre più rilevante in virtù della centralità che web e social media stanno assumendo nelle campagne elettorali, in quanto risultano essere nuovo terreno di confronto e canali di comunicazione più diretti e immediati. Ora, l'appuntamento con le elezioni regionali induce ad applicare questo progetto ad una scala molto più vasta, in cui i candidati si confronteranno attraverso le loro proposte relative all'idea di futuro che vogliono offrire al Veneto. Riteniamo tale confronto un momento cruciale, poiché stiamo attraversando anni difficili per il nostro Paese e la nostra Regione e siamo consapevoli dell'importanza delle scelte politiche da prendere e delle policies da attuare nei prossimi mesi. Siamo altresì convinti che una migliore qualità dell'informazione giornalistica costituisce una risorsa importante per migliorare la qualità della competizione elettorale e, per tale via, della nostra democrazia.

* Marco Almagisti è docente di Scienza politica presso l'Università di Padova e membro del Centro "Giorgio Lago" dello stesso Ateneo. Alberto Stefanelli è laureando in Scienza politica presso l'Università di Padova.

Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x