Cucina
Typography

Ricetta presente in tutte le regioni

In tutte le regioni italiane, in special modo nelle località che si trovano lungo la costa, ci sono ricette che considerano qualità diverse di pesce che insieme cotte con o senza pomodoro danno luogo a meravigliosi e saporosi piatti.L'origine di questo piatto è la stessa in tutte le regioni, alla fine della giornata di pesca il pesce invenduto (perché di taglia troppo piccola o di scarsa qualità commerciale) veniva portato dai pescatori a casa e con esso si faceva il famoso brodetto o zuppa di pesce , a questa famiglia appartengono sia il cacciucco sia ad arrivare il brodetto anconetano. La ricetta che vi passo oggi è la seguente.

Ingredienti: per 4/6 persone

1kg 400 gr di pesce misto, gallinella, coda di rospo, triglie, palombo ,merluzzo, cefalo sgombro, spigola, ect ect (in realtà il pesce presente sul mercato).

500 gr di cozze e vongole

500 gr di molluschi e crostacei, cicale gamberi, seppie calamaretti, polipo.

500 gr di pomodoro fresco o di pelati a seconda della stagione

1 cipolla 2 spicchi di aglio

1 bicchiere di vino bianco

mezzo bicchiere di aceto di vino bianco

1 peperoncino

1 ciuffo di prezzemolo

olio di oliva extra vergine q.b.

2 fette di pane abbrustolito a commensale.

 

Preparazione:

Pulire ed eviscerare tutto il pesce (caso mai farselo preparare dal proprio pescivendolo di fiducia). Lasciare interi i pesci, teste comprese, mettere tutto il pesce in un piatto spolverizzarlo con il sale e con parte del prezzemolo tritato. Intanto che il pesce si riposa, prendere un tegame basso e largo, mettere l'olio e far imbiondire l'aglio e la cipolla finemente tritati, aggiungere il mezzo bicchiere di aceto, farlo sfumare ed aggiungere il prezzemolo e il pomodoro se troppo asciutto aggiungere un po' d'acqua, quando il composto comincia a bollire aggiungere il polipo e le seppie e a fuoco basso e a tegame coperto cuocere per 15 minuti. Trascorso questo tempo aggiungere le cicale i gamberi, poi i pesci di spina, merluzzo, le triglie, le sogliole, il palombo la gallinella, in successione, cuocere il tutto a fuoco medio senza mai girare il pesce ma scuotendo il tegame questo per un quarto d'ora, a cottura quasi ultimata aggiungere le cozze e le vongole( che avremo preventivamente bel lavate e spazzolate), incoperchiare e lasciare sul fuoco sino a quando i mitili non si aprono. Togliere eventualmente le cozze o vongole che non si aprono. Impiattare mettendo sul fondo le fette di pane abbrustolite aggiungendo le varie tipologie di pesce sia di spina che mitili o crostacei con un p0' di sugo di cottura.

E' un ottimo piatto unico da servire con una bella insalata verde.

Buon appetito

Maria Stella Zaia

Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x