Sanità

L’Ulss10 fa sinergia con l’Ulss di Gorizia-Monfalcone

portogruaroIncontri utili a confrontare i modelli organizzativiVenerdì il direttore generale dell’Ulss 10 Carlo Bramezza e il direttore della Neurologia e Stroke Unit di Portogruaro, Sebastiano D’Anna, hanno partecipato al quarto “Incontro Interregionale Medico-Infermieristico di Neurologia” svoltosi all’ospedale San Polo di Monfalcone (Go), su organizzazione dall’Azienda Sanitaria Isontina di Gorizia e Ulss10.

Vengono strette così nuove sinergie oltre confine e, nel caso specifico, con un’Azienda sanitaria friulana che ha preso in esame, come modello di riferimento, l’unità “Stoke Unit” di Portogruaro.
“Questi scambi culturali – spiega il direttore generale Carlo Bramezza - servono a rinsaldare i rapporti sia scientifici che di amicizia tra le Ulss di due regioni diverse. E’ infatti importante lo sforzo che viene fatto dai medici e dal personale di comparto per omogeneizzare i percorsi diagnostico-terapeutici riguardanti le malattie vascolari e degenerative del cervello. La condivisione di “best practies” aiuta a migliorare il servizio all’utenza”.
Recentemente le due aziende sanitarie hanno organizzato a Portogruaro un convegno internazionale che ha riunito gli specialisti neurologi di Veneto, Friuli, Trentino Alto Adige, Carinzia e Slovenia, mettendo così a confronto i modelli organizzativi di una parte d’Italia con altri Stati europei.
“Il rapporto di collaborazione instaurato con aziende sanitarie di altre regioni, ed estere – conclude Bramezza - è importante perché favorisce i momenti di ricerca scientifica attraverso i quali lo studio, la discussione ed il confronto continui, ci permettono di raggiungere standard di eccellenza”.
Margherita De Nadai