Sociale
Typography

volontariato onlusTanti i giovani che hanno aderito all'associazione dopo degli incontri di sensibilizzazioneTanti nuovi potenziali donatori di midollo osseo per l'associazione Admo padovana nel periodo natalizio.

L'avvento, infatti, per i donatori del midollo è stata l'occasione per fare ricerca di nuovi adepti in particolare tra le famiglie del Selvazzano Rugby e gli studenti dell'Istituto Barbarigo. L'associazione è stata invitata a partecipare e sensibilizzare le famiglie della
società sportiva della palla ovale del Selvazzano Rugby nell'occasione della cena di Natale che si è svolta il 21 dicembre scorso all'interno degli impianti sportivi del Ceron. Davanti ad oltre 300 persone le volontarie dell'associazione oltre a regalare palloncini marchiati Admo ai piccoli sportivi ha spiegato l'importanza della donazione del midollo e come ci si inscrive al registro padovano che necessita di nuove forze, soprattutto giovani.
Due giorni prima di Natale invece la dottoressa Milena Luca Responsabile del Centro Donatori di Midollo Osseo – Padova (PD02) per il Registro Nazionale Donatori di Midollo Osseo di via dei Colli a Padova assieme a Mara Rosolen, responsabile della comunicazione di Admo Padova, hanno incontrato all'istituto Barbarigo di Padova la professoressa di educazione fisica Carla Zotti assieme al direttore don Cesare Contarini per ringraziarli dell'opera di sensibilizzazione nei confronti di Admo e per aver accompagnato durante le ore di lezione i ragazzi al centro Immunotrasfusionale dell'Ospedale ai Colli per farli iscrivere al registro e per farli sottoporre alle visite mediche di rito. Diciassette in due anni i ragazzi delle quinte dell'istituto che si sono iscritti al registro padovano dei donatori del midollo osseo una volta sensibilizzati a dovere.
"Donare il Midollo Osseo - ha spiegato la prof.ssa Zotti - ma anche sangue, plasma e piastrine, è un segno di maturità e di cittadinanza responsabile. Poter essere utili agli altri è inoltre un'opportunità immensa. Ricordo ancora quando, anni fa, mi dissero che con il mio midollo avrei potuto salvare un bambino. Poi, arrivati all'ultimo esame, mi dissero che la compatibilità era
insufficiente. Piansi". Admo ha voluto ringraziare la scuola e i ragazzi con una targa ricordo. Infine un regalo che Admo ha ricevuto prima del Natale o meglio un "regalo nel regalo". L'associazione ha infatti ricevuto un bonifico e avuto la possibilità di sensibilizzare sulla donazione del midollo osseo i commercialisti e avvocati di un gruppo associato riunito in occasione di un incontro di lavoro prenatalizio. E' successo venerdì 19 dicembre nello Studio Terrin associati di Piazza Salvemini a Padova studio di consulenza tributaria e societaria organizzato in diversi team di lavoro che operano nelle sedi di Padova e Milano che hanno voluto fare questo gesto in favore di Admo Padova.
Nel frattempo l'obiettivo prefissatosi dall'associazione entro la fine del 2014 ossia quello di arrivare a 400 nuovi donatori di midollo osseo è stato raggiunto grazie anche all'intensa opera di sensibilizzazione, alla presenza di Admo in più occasioni pubbliche e alla rete di rapporti creata durante l'anno. Un impegno che viene ribadito anche per il 2015 tanto che Admo ha già essere nuove collaborazioni e iniziative "prossimamente su questi schermi".
Margherita De Nadai

Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x