Info Ulss
Typography

L’Ulss 19 di Adria insieme alla cooperativa Don Sandro Dordi di Porto Viro per la riabilitazione delle persone con problemi di dipendenza

L’Azienda Ulss 19 di Adria collabora da tempo con la cooperativa Don Sandro Dordi di Porto Viro, una collaborazione che negli ultimi anni si è intensificata sul versante della riabilitazione per le persone con problemi di uso e di dipendenza da alcol, droga e gioco d’azzardo, e che si è consolidata con il progetto “Al lavoro per il compimento umano” inserito nel programma nazionale Reli finanziato dal Dipartimento antidroga.
L’attività si è consolidata anche in un servizio di socializzazione, facente parte a tutti gli effetti del Dipartimento per le dipendenze Ulss 19, che si è strutturato in centro diurno dove le persone, inviate dal servizio per le dipendenze, hanno l’opportunità di frequentare laboratori di ceramica, vivaismo, cucito e informatica: un’offerta variegata per rispondere alle diverse esigenze delle persone che lo frequentano.
Il centro diurno, con i suoi laboratori, permette alle persone che hanno sviluppato problemi di droga o di alcol di sperimentare o recuperare, secondo l’età, potenzialità e abilità in un contesto cadenzato da ritmi e tempi, da impegno, rispetto e condivisione delle esperienze che arricchiscono il bagaglio umano di ogni persona: la socializzazione sperimentata in un ambito strutturato sull’attività lavorativa diventa un campo forte per l’educazione e/o la rieducazione.
La frequenza ai laboratori può diventare esperienza lavorativa con la collocazione nella cooperativa oppure l’invio al servizio di inserimento lavorativo dell’Ulss 19 che propone un ambiente più strutturato e orientato.
Negli ultimi tempi il centro diurno ha ospitato diverse persone inviate dal servizio per le dipendenze, comprese alcune provenienti dal carcere o con pene alternative, dalla comunità terapeutica “Solidarietà Delta” di Porto Tolle e dall’associazione Acat Basso Polesine: negli ultimi due anni 30 persone hanno tratto beneficio e utilità dalle attività del centro, in termini di socializzazione e risocializzazione.
Ben12 persone, inoltre, sono passate direttamente al lavoro, prima a tempo parziale e poi a tempo pieno, presso la cooperativa Don Sandro Dordi; altri ancora, dopo quest’ultimo passaggio, hanno trovato lavoro in altre realtà.
“Questa importante esperienza - riferisce il direttore del Dipartimento per le dipendenze Andrea Finessi - dimostra che la collaborazione tra servizio pubblico e realtà privata, dove è previsto l’impegno in una situazione relazionale di fiducia, aiuta le persone a trovare o ritrovare, in un clima di condivisione e solidarietà, un senso nuovo per uno stile di vita orientato a promuovere la crescita personale e sociale”.

Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x