Info Ulss
Typography

Un confronto sulle buone pratiche aziendali nell'innovazione assistenziale sul territorio

L'Ulss 4 Alto Vicentino ha aderito al progetto Osservatorio Nazionale Cure Primarie, presentato dal Cergas (Centro di Ricerche sulla gestione dell'Assistenza Sanitaria e Sociale) dell'Università Bocconi di Milano, che si focalizza sul confronto in ottica di buone pratiche aziendali nell'innovazione organizzativa e assistenziale sul territorio in tempo di crisi, ed ha chiesto la partecipazione dell'Ulss 4 al progetto per il ruolo finora svolto nell'ambito delle cure primarie e per l'innovazione organizzativa e la realizzazione di nuovi modelli assistenziali che ha posto in essere nell'ambito della Regione Veneto negli ultimi dieci anni.

Il progetto, che avrà durata di 24 mesi fino al 31 luglio 2017, si concretizza con la firma di un'accordo-convenzione tra Cergas e Ulss 4 che stabilisce, tra l'altro, che l'Azienda a fornirà a Cergas i dati richiesti, fatte salvo le disponibilità dei sistemi informativi e in conformità con le norme sulla riservatezza dei dati, e garantirà la partecipazione di propri rappresentanti a ciascuno degli incontri seminariali previsti nell'ambito dell’Osservatorio.

L'obiettivo del progetto è quello di analizzare e rappresentare la fotografia attuale dell'assistenza territoriale e delle cure primarie nelle aziende sanitarie e realizzare una comparazione sulla base delle esperienze più innovative ed efficaci adottate dalle aziende all'interno delle diverse aree geografiche del territorio italiano.

L'Ulss 4 ha costituito un apposito gruppo di lavoro formato da alcuni professionisti interni: Maria Oliviera Cordiano, Direttore del Servizio Controllo di Gestione; Luca Greselin, Dirigente assegnato alla Direzione Amministrativa Territoriale; Franco Figoli, titolare dell'incarico di Unità Cure Palliative e Governo Clinico: Stefano Rigon, Collaboratore Tecnico Settore Statistico; Annamaria Scalzeri, Collaboratrice Professionale Esperta

Negli ultimi 15 anni si è assistito ad un progressivo spostamento di risorse e competenze dall'Ospedale al territorio, che gestisce oggi il 56% delle risorse sanitarie complessive del sistema. A tale spostamento di risorse si affianca la necessità di una progressiva riorganizzazione dell'attività delle aziende sul territorio, con riferimento specifico al management delle patologie croniche. I pazienti cronici sono il 30% della popolazione ma consumano il 70% delle risorse del sistema.

Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x