Sociale
Typography

alunniIn 6 mila si trasferiscono all’esteroQuasi 6 mila italiani con la laurea in tasca scelgono di emigrare all’estero: Cina, Regno Unito e i Paesi del Sud America sono le destinazioni privilegiate.

 Lo dicono i numeri Istat sui trasferimenti di residenza diffusi ieri dall’Istituto. Il numero preciso è pari a 5.839, in leggera contrazione rispetto al 2008, anno in cui ammontavano ad oltre 6.500. La quota di laureati italiani sul totale degli emigrati varia a seconda del luogo di destinazione; in particolare, il 16,3% degli emigrati nel Regno Unito possiede la laurea, mentre la percentuale si riduce al 9,2% per gli emigrati in Germania; valori significativi, infine, si registrano per Brasile (21%), Cina (20,3%), Paesi Bassi (19,5%) e Stati Uniti (19,2%). Cresce, inoltre, la mobilità interna dei laureati italiani: sono 34 mila coloro che si trasferiscono in un’altra ripartizione di cui la metà provenienti  da una regione del Mezzogiorno (oltre 18 mila, pari al 54%) e sono diretti soprattutto verso le regioni del Nord (58,8%). Il saldo migratorio delle regioni del Centro-nord nei confronti del Mezzogiorno è positivo e pari a poco meno di 13 mila unità. Il 15,6% dei trasferimenti tra ripartizioni riguarda individui laureati. Questa percentuale sale a 18,4% se si considera il Mezzogiorno come origine dei flussi: in particolare, la quota più alta di laureati si registra per quelli che dal Centro sono diretti verso il Nord-ovest (pari a 21,8%). D’altro canto, le quote più basse di laureati si osservano per i trasferimenti dal Nord-ovest e Nord-est verso il Mezzogiorno (7,5% e 7,9%).

Paola Vescovi

Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x