Sanità
Typography

L'abuso di alcol diminuisce l'apprendimento di informazioni verbali

Che l'abuso di alcol facesse male non è una novità. Ma che influisse sulla capacità di apprendere informazioni verbali è quello che risulta da un recente studio dell'Universidade de Santiago de Compostela, in Spagna.

A fare danni è soprattutto il binge drinking, ovvero il consumo di sei o più unità alcoliche in un’unica occasione, ancora di più se a consumare il rito della grande bevuta sono i giovani. Lo studio ha dimostrato che la parte del nostro cervello più sensibile e vulnerabile all'alcol è l'ippocampo, una piccola struttura del cervello a forma di cavalluccio marino situata nelle regioni mediali degli emisferi cerebrali, responsabile della memoria dichiarativa e dell'apprendimento. I ricercatori dell'Universidade de Santiago de Compostela hanno valutato gli effetti dell’alcol su centoventidue studenti universitari spagnoli, in età compresa tra diciotto e vent'anni, suddivisi in due gruppi: i binge drinkers e i bevitori moderati. La scoperta principale è stata una chiara associazione tra il binge drinking e una minore capacità di apprendere nuove informazioni verbali in studenti universitari sani, anche dopo aver controllato le altre possibili variabili, quali il livello intellettivo, una storia di disturbi neurologici o psicopatologici, l'uso di droghe o una storia familiare di alcolismo.

Il modello del binge drinking, negli ultimi anni, è sempre più diffuso tra i giovani di tutta Europa, specialmente in quella settentrionale, dove c'è la tradizione di bere massicciamente in modo sporadico e con lo scopo di ubriacarsi.

Margherita De Nadai

Questo sito utilizza cookie di profilazione, eventualmente anche di terze parti. Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie. Se vuoi saperne di più consulta la cookie policy.
x