Liste d’attesa, quasi azzerate quelle a 10 giorni

L’Assessore alla Sanità della Regione Veneto ha presentato gli ultimi dati registrati sul fronte delle liste d’attesa al 16 aprile scorso.

“I numerosi interventi e investimenti messi in campo per diminuire le liste d’attesa nella sanità veneta stanno dando importanti risultati. Non tutto è risolto, ma i passi avanti sono vistosi e, con l’applicazione della nuova delibera attualmente all’attenzione del Consiglio regionale, altri verranno”.

“Chi mi conosce sa che non sono avvezza ai trionfalismi – aggiunge l’Assessore – ma i riscontri sui numeri sono univocamente incoraggianti, a cominciare dall’azzeramento delle attese in classe B (entro 10 giorni), che precedentemente faceva segnare 1.500 prestazioni in galleggiamento. Crollano anche le attese nelle altre classi, la D (entro 30 giorni) e la P (entro 90 giorni)”.

Nella classe D, segnala la Regione, si partiva da 82.210 prestazioni in galleggiamento, precipitate a 13.900 al 16 aprile.

Trend confermato anche nella classe P, dove si partiva da 74.500 prestazioni in attesa e si è arrivati alle 28.300 di oggi.

“Tali numeri – conclude – sono stati raggiunti grazie alle azioni messe in campo, ai fondi gettati nella mischia, all’affinamento progressivo dell’organizzazione, al grande lavoro dei nostri camici bianchi che hanno dato e stanno dando ogni stilla di energia e per questo vanno ringraziati”.